Teenage Bottlerocket @ Magazzini Generali + Andead, Tough, Andrea Manges & The Veterans

Teenage Bottlerocket @ Magazzini Generali + Andead, Tough, Andrea Manges & The Veterans

JJ27 ci aggiorna sul concerto dei Bottlerocket in una discoteca di Milano

 

C’è già aria di festival e concerti all’ aperto e… in attesa del punk rock raduno ci fa un po’ strano questa location dei Magazzini Generali per un concerto Punk.

C’è grande attesa perché il piatto è ricco : Andrea Manges and the Veterans, Tough, Andead, e soprattutto Teenage Bottle Rocket.

La location ispira, l’ingresso mi ricorda il vecchio Rainbow  e parebbe un buon compromesso così come  il prezzo del biglietto, ma ..più i gruppi suonano è più si rivelerà un grande inganno: Acustica veramente, veramente pessima.

Arrivo che Andre Manges è già sul palco con i suoi “ Veterans” ( che faranno 50 anni in 4 ) ,  stanno già suonando  e c’è già un bel po’ di gente sotto il palco.
I pezzi sono belli, veloci e melodici mi piacciono!  ma la performance non mi convince, La voce è evidentemente slegata dal resto della band e non per i tempi e: lui è coinvolto,  forse a tratti anche  troppo, chitarre e basso invece sembrano essere da un’altra parte …
Avevamo già visto Andrea Manges senza chitarra nel progetto IT’s ALIVE ma con ben altri compagni, vedremo!  e intanto incoraggiamo.
Dopo il cambio di palco ecco i Tough: una sicurezza. Più li sento e più mi convincono, la performance dura poco ma i pezzi scorrono bene, qualche coro , il trio suona bene ma purtroppo niente pogo , i ragazzi sono fermi anche se la gente si ammassa un pò di più sotto al palco, ci sarebbe stata una bella cover

Viene il turno degli Andead è la curiosità sale perché non avevo mai visto il gruppo di Andrea Rock dal vivo, mentre lui mi era molto piaciuto qualche anno fa con un’ottima cover band Ramones.

Bhe,  la sala si svuota e la band comincia, la musica che suonano non sembra avere niente a che fare con chi ha suonato prima e davvero niente a che fare con chi suonerà dopo.- Mi dispiace davvero perché penso che Andrea Rock abbia un approccio onesto e mi piace , ma questo non è Punk ..e’ un altro genere. I ragazzi della band non sembrano divertirsi ma sembrano piuttosto ossessionati dall’idea dall’impressione che possano fare scenicamente  e strafanno ( suonando abbastanze bene, ..credo..)  i 2 chitarristi saltano a ruota e mi sembra si sentano già più degli U2… Sembra sincero Andrea che sta festeggiando il suo compleanno, .. “ 36 anni .. di cui 22 da punk.. ci dice “ ..ci credo Dude, davvero .. ma cambia compagni di strada.

Esco a farmi una birra con 2 amici e improvvisamente incominciano I Teenage bottle rocket, perdo l’inizio cazzo e si sente male cazzo..
Via subito, i pezzi partono veloci e uno in fila all’altro… Skate or die , Blood bath at the burger king  suonano  pezzi di They come from the shadow e  Total.
Kody e Ray si alternano come loro solito al microfono , il concerto scorre veloce e suonano davvero molto la gente si diverte, poga e canta..la mancanza di Brandon non sembra aver tolto al gruppo la sagacia e la velocità dei suoni.

Inspiegabilmente non fanno”I found the One”  e “Nothing Else Matter when I am with you”  da  Tales from Wyoming  ma cominciano a suonarne i pezzi un pò più stronzi e metal.
Dopo il Bis a sorpresa propongono Blietzkrieg bop la gente continua a pogare, Ray dedica un pezzo al gemello Brandon scomparso e ringarzia il nuovo batterista per averlo sostituito..
Brandon ci mancherà..  non sarà più la stessa cosa ma I teenage Bottle Rocket dal Wyoming picchiano ancora
JJ27

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *