Jagger Holly: The last of the international playboys Monster Zero Records

Jagger Holly: The last of the international playboys Monster Zero Records

Nel giro di un paio di settimane la Monster Zero si conferma etichetta di riferimento per il punk-rock-ramonescore sfornando gli album di Mugwumps (appena recensito) e Jagger Holly, band di amici austriaci di Innsbruck. E se il primo disco mi era piaciuto un sacco questo forse è ancora meglio!

Conosco poco questa band che però è formata da ex di Johnie 3 e dal cantante dei Dee Cracks: come dire vecchi lupi di palco che non perdono il vizio…e subito dimostrano che ci sanno veramente fare:

Loro si auto-presentano dicendo che fanno “Songs about girls and living to party!” Cosa dire di più?

E partono subito ribadendo il tono del disco con Party tonight. Poi quella che a mio parere è la vera hit dell’album:  it ain’t over (‘till I’m sober) che è puro stile Teenage bottlerocket di Total o Warning Device.

Il loro stile è un semplice tuffo negli anni ’90: così forte che addirittura inseriscono le trombe nell’ottima ballad I know I know.

Ecco poi le estivissime (perfette per la stagione, poi mi immagino in Austria che caldo faccia) at the beach tonight e soprattutto Summer’s gone con coretti “pa ra pa” che ancora una volta fanno tanto anni ’90! Ritornello che ti si attacca subito.

Cambio di voce per Paper yes, un altro dei miei pezzi preferiti del disco, un po’ più duro e punk rock degli atri ancora con un ritornello che ti si stampa in testa subito! Si torna allo stile Bottlerocket con All I want.

Insomma 12 canzoni che scorrono veloci e ti si picchiano nel cervello come un chiodo fisso, grandissima prova ed ancora una volta Austria promossa!

Spero che passino da noi nei prossimi tempi, magari coi loro paesani Mugwumps…

27tommy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *