Tha Murderburgers – What a Mess – Asian Man Records

Tha Murderburgers – What a Mess – Asian Man Records

THE MURDERBURGERS – WHAT A MESS

Prendete del punk rock, aggiungete un po’ di velocità, una buona dose di malinconia e fate amalgamare il tutto. Aggiungete ora un pizzico di black humor e una spruzzata di depressione. Ricoprite il tutto con un forte accento scozzese e lasciate riposare per un’oretta.

 Ecco pronto per voi un nuovo freschissimo lavoro dei Murderburgers!

Questa band negli ultimi anni si è fatta notare parecchio ed è arrivata ora al traguardo del quarto album in studio. La formazione è un trio, dove però è il cantante e chitarrista Fraser a portare avanti la baracca: scrive tutti i testi ed è in costante tour, non accompagnato dai compagni che lavorano in studio con lui ma da altri turnisti.

Sostanzialmente la proposta musicale negli anni è rimasta invariata: punk rock veloce carico di melodia, con testi malinconici che si rifanno a temi come la depressione e la delusione, affrontati però sempre con una certa dose di ironia. Diciamo che, se agli esordi il sound era un po’ più vicino a un certo ramonescore, con il passare del tempo e con la crescente personalizzazione di Fraser, le canzoni sono diventate sempre più intime e personali.

Sfornando questo album, i Murderburgers ancora una volta danno prova di saperci fare.

Il menù di What A Mess prevede piatti prelibati, a cominciare dalle prime portate: Turning 30 Was An Eye Opener e I’m Sorry About Christmas Eve (rilasciata in anteprima già nel periodo natalizio) sono due pezzoni, tra i migliori del disco.

Andando avanti comunque non ci sono cali di tensione e il ritmo regge bene per tutti i 35 minuti. Una caratteristica di molti brani della band è la ripetizione di un paio di versi che non fanno parte del ritornello ma che fissano un po’ il senso della canzone. Un esempio eccellente di questo è Axes to Grind che nella parte finale ripete: “I don’t really know what you have in mind / But I’d rather die with no axes to grind.” A mio parere una delle canzoni più belle di tutto il loro repertorio.

How To Ruin Your Life, il loro secondo album, mi aveva colpito per la spontaneità; What A Mess prende quella spontaneità e la traduce in un prodotto più maturo e personale. Si può dire che sia un nuovo traguardo in mezzo ad un percorso di crescita che sta portando i 3 scozzesi ad offrire veramente musica di qualità.

Long live the Murderburgers!

Frankie

Tracklist

1. Turning 30 Was An Eye Opener

2. I’m Sorry About Christmas Eve

3. The Art Of Being A Sad Sack Of Shit

4. Shots In My Skull

5. Pick A Knife, Any Knife

6. It Better Rain Tomorrow

7. Dying On An Empty Stomach

8. October Lied To Us

9. You Deserve Better, Samantha

10. I Remember Feeling Alive

11. Hardwell Close

12. Axes To Grind

13. The Things That Help You Sleep At Night

14. The Thing That Helps Me Survive

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *