10questions to…Pvt SNAFU

10questions to…Pvt SNAFU

Tornano le nostre 10 domande: stavolta risponde il mitico soldatino SNAFU, cui il nostro blog deve moltissimo! Grazie!

1-Crea la tua all star band: chi alla voce, chi alla chitarra, chi al basso, chi alla batteria?

1. Si, ciao anche a te Tommy 27. Grazie dello spazio. Ma le buone maniere dove le hai lasciate? In Caserma SNAFU?
In ogni caso…alla voce Stiv Bators e non serve nemmeno dire perché. Alla chitarra Johnny Ramone prima che diventasse un tennista (cit. e vediamo chi cazzo la va ad indovinare questa). Al basso avrei messo Fat Mike ma ora mi fa davvero schifo come uomo (e anche come donna) e quindi ci metto Kevin Aper perché alla fine una risata te la strappa sempre. Alla batteria Paco Retarded. Non penso che andrebbero molto lontano, ma mi sembra un bel dream team.

2-La Birra più punk per te è…

2. Non ne ho la più pallida idea. Ma tipo quella allo zenzero è buona e lo zenzero fa molto hipster e inoltre fa molto poco punk e quindi questo la rende a tutti gli effetti una grandiosa birra punk.

Sono convinto che la birra allo zenzero sia la birra più punk che ti possa capitare di bere. Bevila!

3-Qual è secondo te il calciatore più punk della storia?

3. Rispondo solo per educazione dato che penso che il calcio sia uno dei mali del mondo. In ogni caso il calciatore più punk è Hidetoshi Nakata, perché è nato nel 1977, è sempre stato senza speranza, pienamente consapevole dei suoi limiti e profondamente sconfitto nell’animo. Inoltre ho letto su Wikipedia che è ghiotto di birra allo zenzero e non potevo davvero ignorare questa drammatica coincidenza.

4-il concerto più figo cui hai assistito

4. Ci ho pensato una notte intera a questa domanda e alla fine mi sono venuti in mente solo concerti fra il 2006 e il 2007, probabilmente perché ero giovane, frescone e sotto attacco dell’acne. Me ne hai chiesto uno ma voglio in questa sede ricordare (cit.) i Misfits all’Estragon di Bologna, i Queers all’Indian Saloon di Bresso, i Leftovers in Skaletta, gli Intercoolers al Seven70 di Seregno (il vecchio Honky), i Manges alla festa della Dea di Bergamo, i Peawees al Vittoria di Milano. Ad ogni modo dovendone scegliere uno solo decido di sceglierne almeno due: la prima reunion delle Gambe di Burro al Bloom di Mezzago perché non ho mai più visto così tanta gente tanto felice ad un concerto. Infine i Dead Boyz Can’t*Fly a Lipomo… dopo quel concerto per me è cambiato davvero tutto. Sono stato colpito nell’anima e tutto quello che ho fatto dopo – musicalmente parlando – è stato solo per via di quel concerto (che detta così non rende giustizia a quello show, ma tu cerca di vederla come una cosa che voleva essere positiva).

5-Scegli tre gruppi che vorresti sentire ad un ideale concerto perfetto

5. Gli Hymans, gli Sheckies e i NOFX (del 1993 o nulla) al Dr.Creatur di Martino Marrella a Desio. Ci potrei andare a piedi e ci sarebbe davvero così tanta gente da mandare ai matti il povero Martino. Se non conosci il posto… vacci e ordina una buona focaccia farcita. In caso i NOFX del 1993 non fossero disponibili li baratto all’ultimo minuto con gli Interrupters così posso sfoggiare i miei passi di Ska. Vai da Martino comunque – non scherzo – la DMT in confronto è un’esperienza per bambocci. Se vai chiedi di Mascia.

6-Scegli le tre canzoni che farai sentire a tuo figlio se ti chiede “papà cos’è il punk?”

6.  Gli farei sentire e vedere il video di “Ain’t nothing to do” dei Dead Boys live al CBGB’s nel ’77. Solo con quello mi aspetto si innamori in tempo zero. Poi se si prende bene gli metto su “Green Corn” dei NOFX e se impazzisce – come mi aspetto faccia – gli sparo “Dig up her bones” dei Misfits. E i Ramones? I Ramones dopo… perché il dessert va sempre mangiato alla fine. Gli farei sentire “We’re outta here” perché è stato il mio primo disco dei fast four e continuo a trovarlo fighissimo.

7-Il gruppo punk più sottovalutato della storia per te è?

7.  Qualsiasi band punkrock italiana nata dal 2005 in poi, perché almeno l’80% di queste non ha mai avuto nulla da invidiare alle band italiane dei 90’s e dei primissimi 2000 che invece sono riuscite a mettere radici nella nostra piccola storia.
Non che qualche veterano ci abbia mai guadagnato qualcosa, ma in ogni caso “la mia generazione” non ha mai raccolto quello che in realtà si sarebbe meritata.

8-Quale personaggio del mondo del punk avresti voluto essere? Perché?

 8.  Malcolm McLaren, perché amo i cialtroni che riescono a fare la storia con stile e lui ha fatto esattamente questo. Per me anche a distanza di tanti anni rimane il personaggio più affascinante di tutto il mondo punk rock.

9-Ramones o Sex Pistols?

 9. Entrambi. La storia dei Sex Pistols è stata l’ultima vera rivoluzione musicale e sociale dell’umanità e poi affonda le sue radici nel Situazionismo che è un’altra “cosa” super interessante che ti travolge dandoti una chiave di lettura del mondo che vale ancora oggi e a cui sono davvero molto affezionato (che detta così sembra stiamo parlando di pesciolini rossi, ma non penso tu ti formalizzerai caro Tommy 27). I Ramones sono i Ramones, ti insegnano a vivere sempre col sorriso sulla faccia anche quando tutto crolla e poi Johnny Ramone era repubblicano, il ché lo rende il più grande esecutore di détournement della storia del punk (dopo McLaren ovviamente) anche se non penso lui se ne sia veramente mai accorto… ma forse invece sì. God bless president Bush and God bless America!

10-Quale disco dovrei comprare domani mattina?

10. Non penso proprio io ti possa citare un disco punk che tu non abbia già sentito. Quindi faccio anche io del gran situazionismo e ti consiglio “Flamingo Drive-In” dei Quixotic ( https://thequixotic.bandcamp.com) che mi ha fatto scoprire il mio ex-commilitone Franz e “Home” di PrismCorp Virtual Enterprises ( https://beerontherug.bandcamp.com/album/home) che mi ha fatto scoprire il buon Bino. Se poi ti prendi bene ascoltatiti Carpenter Brut (https://carpenterbrut.bandcamp.com/album/ep-ii).
Se invece vuoi davvero osare tanto, prova i 23.7 e non te ne pentirai mai  https://www.youtube.com/watch?v=TTZ20GdSC6s (anche qui si ringrazio Bino). Welo Welo sto welando!

One thought on “10questions to…Pvt SNAFU

  1. i Queers all’Indian Saloon di Bresso!!
    MAMMA quanto è vero, concerto memorabile in un buco , solo Joe Queers rende questo possibile
    In quella occasione c’era anche Carmelo a pogare come unpazzo ( Carmelo chi??) uno che è venuto una volta sola . anzi 2 anche ai mr t experience

    COSA MI HAI TRATO FUoRI

    Grandissimo Caserma SNAFU

    Respect! JJ27

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *