Intervista e 10questions to… Fabio della Sbiellata Sanzenese

Intervista e 10questions to… Fabio della Sbiellata Sanzenese

Si avvicina il grande appuntamento dell’inizio estate brianzol-lecchese: la Sbiellata Sanzenese. Ne abbiamo approfittato per fare due domande a Fabio, uno degli organizzatori…e per l’occasione ci siamo sbattuti e abbiamo pensato altre domande, oltre alle ormai classiche 10questions…
Ciao ragazzi: innanzitutto fateci una breve presentazione, chi siete? cosa fate? e, per chi ancora non lo sapesse diteci che cos’è la Sbiellata Sanzenese?
Siamo un gruppo di ragazzi per lo piú di SanZeno. Dal 2010 abbiamo deciso di fare qualcosa che desse un pó di sprint a questa morta brianza e cosí è nato questo Festival, la Sbiellata Sanzenese appunto.
Siamo ad ingresso gratuito da sempre, anche se proponiamo band di livello mondiale e birre di qualità.
Il ricavato va completamente in beneficenza. Abbiamo costruito 4 pozzi d’acqua in Burkina Faso e aiutato a comprare strutture x l’ospedale dei bambini Nostra Famiglia di Bosisio Parini.
-La mia personale esperienza è di esser stato presente alla Sbiellata fin dalla prima edizione (abito in Brianza, facile…), il festival ha fin da subito avuto successo di pubblico, come ve lo spiegate in un paesino non certo metropolitano come San Zeno?
Ancora oggi ce lo chiediamo.😁
Mi ricordo come se fosse ieri il giorno prima della prima edizione, stavo portando al tendone i tavoli con Paolo, altro fondatore, ci guardammo negli occhi e ci dicemmo “ma verrà qualcuno domani sera?..boh..” .Il resto è storia..
-Dateci un’idea del “nucleo storico” degli organizzatori: chi sono? e come gli è venuta l’idea della Sbiellata?
Una quindicina di ragazzi e ragazze tutti con base a SanZeno ma anche di paesi limitrofi.
L’idea è nata dal nulla una sera, forse dopo una sbronza ed è diventata questa realtà.
Con gli anni ci sono stati cambiamenti , gente che entrava gente che usciva ma lo zoccolo duro è praticamente rimasto intatto.. e siamo arrivati a 10 anni di festival!
-Avete fatto suonare band davvero importanti, cito a memoria dai Linea 77 ai Punkreas, da Marky Ramone ai Goldfinger agli Shandon ma per me il punto più alto sono stati i Lagwagon qualche anno fa: quale gruppo vi piacerebbe portare a San Zeno?
Mad Caddies / Millencolin e i Pooh per mia mamma.
-Perchè come simbolo della festa avete scelto una gallina gigante (che si lancia dal palco e fa stage diving ad ogni serata)?
ti correggo, è un gallo!Quasi tutti i brianzoli hanno una nonna, nonno, zia, zio, cugino, vicino di casa con un pollaio.
È venuto quasi spontaneo scegliere il gallo come mascotte.
Crediamo sia il simbolo della brianza contadina!
-Sul blog abbiamo una rubrica, #10questions, dieci semplici domande che rivolgiamo a chi intervistiamo, vorrei farle anche a voi: ecco qui….
1-Crea la tua all star band: chi alla voce, chi alla chitarra, chi al basso, chi alla batteria?
alla Voce (R.I.P) Tony Sly ( NUFAN), chitarra Mathias (Millencolin), basso Mike Herrera (Mxpx) e batteria Stefano d’Orazio ( Pooh )
2-La Birra più punk per te è…
una buona Bitter inglese spillata a pompa!
3-Qual è secondo te il calciatore più punk della storia?
Ovviamente il Gazza Gascoigne.
Ma anche Pietro Paolo Virdis che ha aperto un enoteca a Milano.
4-il concerto più figo cui hai assistito
Rock in Idro 2005
5-Scegli tre gruppi che vorresti sentire ad un ideale concerto perfetto
Millencolin / Mad Caddies / The Manges
6-Scegli le tre canzoni che farai sentire a tuo figlio se ti chiede “papà cos’è il punk?”
The Decline / NOFX
Try to die young / The Manges
Miracolo / Gerson
ma ce ne sarebbero a centinaia…
7-Il gruppo punk più sottovalutato della storia per te è?
Gerson
8-Quale personaggio del mondo del punk avresti voluto essere? Perché?
Non saprei, forse Nikola dei Millencolin..ha aperto un birrificio…😄
9-Ramones o Sex Pistols?
Ramones
10-Quale disco dovrei comprare domani mattina?
Nice Try / Shandon
-Finisco con un elogio: la Sbiellata è un appuntamento fisso del Giugno lecchese e grazie perchè in un’epoca di feste dove l’unica musica proposta è quella di cover band (di solito di Vasco) che fan fare cassetto senza crear problemi, puntare sul punk e su gruppi a volte rischiosi non è da tutti, avanti così ragazzi!
Grazie, hai colto in pieno il mio modus operandi, non concepisco tutte le cover/tribute band, credo sia un riempitivo per far cassetto facile. Qui in ogni “Festa della Birra” che vai trovi il gruppo che fa Ligabue, Vasco, Queen, Veline grasse ecc ecc.. Noi non abbiamo MAI fatto suonare queste pseudo band e credo che la nostra forza sia proprio questa.
Oltre ad un sacco di ignoranza!
-Avete una massima finale da lasciarci?
Quest’anno saremo anche plastic free quindi “LESS PLASTIC MORE BEER!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *