Punkreas + Pornoriviste + Capre a sonagli @ Paravox Parabiago

Punkreas + Pornoriviste + Capre a sonagli @ Paravox Parabiago

Recensione a quattro mani per Capre a sonagli, Punkreas e il ritorno delle Pornoriviste a Parabiago. Thanx to Pucci e Donnie85 (nonostante il ritardo!)

Arrivo per le 22 al centro sportivo “Nino Rancilio” a Parabiago (Rancilio per chi non lo conosce è il fondatore delle macchine industriali per caffè, quelle che si trovano in tutti i bar di Italia e nel mondo).

Serata “Sere Live” dedicata a Serena, grande amica delle varie band che ci ha lasciato prematuramente.

Intanto che mi gusto una birretta fresca ascolto in sottofondo le Capre a Sonagli che hanno già iniziato a suonare da qualche minuto.
Musica particolare quella delle Capre a Sonagli, musica tipo elettronica, a tratti mi ricordano un mix tra Subsonica e Tre Allegri ragazzi morti.
Qualcuno è sotto il palco ad ascoltarli, ma proprio poca gente perchè tutti stanno aspettando le Pornoriviste e Punkreas.
Finito di suonare, la zona sotto il palco inizia ad animarsi e riempirsi e la gente inizia a richiedere a gran voce Tommy and Co.
Salta sul palco Tommy e la gente impazzisce.
In più, come girava voce, si presenta anche Dani che era da anni che non si vedeva con la band.
La gente inizia a chiedersi quale delle tre canzoni del repertorio avrebbero fatto.
Si spengono le luci.
Si parte con “Voglio un cane (DJ)” e il pubblico, per la maggior parte giovanile, va in delirio.
A ruota seguono senza fermarsi  “Tempi cupi” e per concludere la famosissima “Come piace a me”.
Con questo ultimo cavallo di battaglia le Pornoriviste se ne vanno.
Applauditissimi non rispondono alle super richieste di bis e tris del pubblico.
Nel frattempo che si preparano i Punkreas, Dani ci omaggia in solitario con la versione acustica di “Voglie impresse”.
[così invece l’ha vissuta il buon Pucci]
Si spengono le luci e sul palco salgono Becio, Marco e Tommi.

“Manca solo Dani”, si sente dire da Marco. Penso a uno scherzo, e invece Dani arriva davvero, a ricomporre il terzetto storico di voci davanti alla batteria.​
Non solo sono tornati dopo 4 anni, ma sono tornati con la formazione (quasi) iniziale! Sono talmente carico che faccio fatica a trattenere una lacrima.​
Finalmente si comincia, la prima è Voglio un cane, come mi aspettavo, seguita senza pause da Tempi cupi e soprattutto da Come piace a me, cantata da Dani dopo – quanti saranno? Forse 10 anni dall’ultima volta.​
Inutile descrivere le mie emozioni e quelle di tutto il pogo sotto il palco, sia i ragazzini che chi di concerti ne ha già un bel po’ sulle spalle, non avevo più voce già dalla fine di Voglio un cane.​
Purtroppo, come promesso in anticipo, al termine delle 3 canzoni lo show è già finito, e le Porno scendono dal palco senza nemmeno salutare.​
C’è ancora tempo per un ultimo brano però, Voglie impresse, inedito in live, con solo Dani sul palco, in acustico, solo chitarra e voce.​
Poi un saluto a tutti e spazio ai Punkreas.​

Non importa se tra un paio di giorni saranno 33, finchè suoneranno le Pornoriviste, anche solo 3 canzoni, avrò per sempre 15 anni.

E il momento dei Punkreas.
Negli ultimi anni li avrò sentiti parecchie volte.
Aprono il concerto con “Voglio armarmi”, mi sgolo la  birretta e mi butto subito nel pogo, un pogo diciamo regolare.
Continuano a suonare, alternano canzoni degli ultimi album e vecchi cavalli di battaglia come “Disgusto Totale”, “Tutti in pista”, “Aca Toro”, ecc… canzoni nelle quali si ripetono vari Circle Pit.
La gente ci crede anche se, mio presentimento, non si sente la carica nell’aria come le tre canzoni delle Pornoriviste.
Il concerto continua per concludere poi in crescendo con “Occhi puntati”, “Il Vicino” e come ultima “Canapa”.
Bella serata e bel concerto.
Sicuramente è stata una grande emozione rivedere le Pornoriviste, molto acclamate dal pubblico.
Tornate a suonare che la gente ha voglia di spaccarsi!!
Per i Punkreas concerto standard, niente di meglio e nuovo rispetto agli ultimi loro concerti che ho sentito..
Location figa, tanta gente, giovani, meno giovani, famiglie con bambini.
Grande bella festa questa del Paravox, un applauso per gli organizzatori. Chapeau!
Aloha.
Donnie85 & Il buon Pucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *