Wrong Side – Stage Diving

Wrong Side – Stage Diving

Se, girando il nuovo disco dei Wrong Side, avessi visto il gatto della Hellcat con la scritta Produced by Tim Armstrong, non sarei rimasto sorpreso. Sì perché questo Stage Diving è totalmente ispirato dal sound dei Rancid, e in particolare al periodo a cavallo tra Let’s Go e And Out Come The Wolves: punk da strada con influenze ska, reagge e rock’n’roll.

I Wrong Side sono un quartetto di Brescia arrivati, dopo il demo This is my life, This is my Way, alla pubblicazione del loro primo album sotto La M.U.O.R.I. Dischi, uscito però già un annetto fa (scusate il ritardo).

L’accostamento alla band di Berkeley non è affatto nascosto dai quattro lombardi, anzi è piuttosto ostentato, quasi portato con orgoglio. Il cantante/chitarrista Mighi ha la voce identica a quella di Matt Freeman e anche Gio riprende molto lo stile di Freeman alle quattro corde. D’altra parte però non ci troviamo di fronte a una band fotocopia. Per tutta la mezz’ora dell’album si respirano le atmosfere di Tim, Lars e compagni ma tutti i brani sono molto godibili: c’è spazio per il pogo indemoniato, per le ballate ska, per i ritornelli orecchiabili e ben studiati e di certo non manca la carica.

Le mie preferite sono Getting On, She Went Out e Unconsciousness: tutte tre mi si sono letteralmente attaccate al cervello!

In conclusione si può dire che i Wrong Side hanno studiato bene la lezione e la mettono in pratica in modo originale, riuscendo nell’arduo compito (dove altri hanno fallito) di sfornare un disco che guarda ai maestri ma che non annoia e non scade nel già sentito.

Frankie

Tracklist:

  1. Serious Trouble
  2. I Was 15
  3. Getting On
  4. Face Down
  5. Irma Brown
  6. Hard Time
  7. Damnation
  8. Sun
  9. Belfast
  10. She Went Out
  11. Unconsciousness

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *