Menagramo-Ribcage-Professional Punkers

Menagramo-Ribcage-Professional Punkers

Parliamoci con franchezza: a me i pezzi acustici dopo un pò rompono il cazzo, sono un ottuso e ignorante punk-rocker e se non sento la distorsione mi annoio…

Ma questo non è un album acustico! Ribcage dei brianzoli Menagramo è un album di pezzi punk rock, con attitudine punk rock, voce punk rock e testi punk rock, per uno scherzo i ragazzi di Professional Punkers hanno tolto la distorsione!

Provo a dare due coordinate: il duo Menagramo sono facce notissime nel panorama punk rock (penso che Enri abbia suonato la batteria in tutti i gruppi soparsi tra la zona di Milano e la Brianza); da quanche anno portano in giro questo progetto acustico e han fatto uscire quattro Ep, soprattutto pezzi loro e qualche cover. Qui si lanciano sul lungo, 14 tracce belle dense.

Se dovessimo trovare dei riferimenti non possiamo non parlare di Frank Turner o anche Get dead ma direi soprattutto Rancid: la voce non può non ricordare quella di Lars.

Ma la caratteristica migliore dei questo Ribcage è quella di superare l’ostacolo degli album acustici: non si scade mai in nenie o nell’eccesso di miele: rabbia, malinconia, attitudine punk-rock sono il filo conduttore del lavoro. Anzi, a mio parere, molti dei pezzi potrebbero essere registrati anche in elettrico senza troppi problemi.

Si inizia subito con due anthem coinvolgenti, Marnau & Wiene e la title track Ribcage, dove il singalong è chiamato da quei woh oh oh che dominano le canzoni.

A mio parere la migliore dell’album è Dwayne Johnson, che sbeffeggia l’omonimo attore chiamato anche the rock l’unica (purtroppo) dove le due voci vengono sfruttate alla grande (se dico tipo Tim e Lars esagero?)

Fantastiche anche the informers e Mornin’ lite con quell’ottimo assolino; canzone tutta da cantare a fine serata (o nottata!).

Altro inno è too many problems, cover di un gran bel pezzo (che non conoscevo) di Cranford Nixtoo many problems, too many cigarettes/ too many women and too many regrets/ I don’t care if I enywhere /I don’t really give a damn!

In realtà non vedo pezzi da skippare: grandi i Menagramo: se han convinto un ottuso punk rocker come me…

Oh li aspettiamo alla nostra grande festa del Dopolavoro in apertura ai Queers!

27tommy

PS: Poche ore dopo la pubblicazione arrivano le parole di Lupone, che pubblichiamo al volo!

Concordo con molte delle cose dette da Tommy, Direi però che la voce assomiglia soprattutto a quella di Brendan Kelly dei Lawrece Arms e anche il modo di strutturare le canzoni è molto simile.

Con ‘sta storia del coronavirus e i concerti che saltano di brutto, assoldare i Menagramo per suonare  in salotto con una cerchia di amici ristretti nonchè un’abbondante scorta di alcoolici  ed erba potrebbe essere la mossa più azzeccata del periodo!

Lupo

1.
Murnau & Wiene 01:55
2.
R.I.B.C.A.G.E. 03:20
3.
All Funerals No Weddings 02:47
4.
Dwayne Johnson 02:02
5.
Like Dynamite 02:27
6.
Modena 01:43
7.
The informers 03:17
8.
I, Wally 02:22
9.
Mornin’ Lite 02:16
10.
Scaphoyd 02:59
11.
Commercials 03:40
12.
Storage Wars 01:41
13.
Too Many Problems 02:08
14.
Time to stop kidding 01:56

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *