Bad Cop/Bad Cop – The Ride (Fat Wreck Chords)

Bad Cop/Bad Cop – The Ride (Fat Wreck Chords)

Le BC/BC arrivano al terzo full length in questo 2020 ricco di ottime novità, nonostante tutto. The Ride continua la collaborazione della band con la Fat Wreck Chords iniziata con l’ep Boss Lady del 2014 e consolidata in vari tour in compagnia delle band d’etichetta e la partecipazione al Punk in Drublic Tour (tra cui la data del 2018 al Circolo Magnolia di Segrate). Si può dire che ormai sono di famiglia in casa Fat Mike.

Questo ultimo album continua il discorso delle precedenti uscite, le regole del gioco non cambiano: un punk rock molto accessibile, dove le melodie che talvolta strizzano l’occhio al pop punk si mescolano bene con le vocals ruvide e spesso urlate. Tra l’altro, sempre a proposito del cantato, le ragazze non hanno mai nascosto le loro doti canore, alternandosi alla voce principale e riempiendo i propri brani di doppie voci, cori e talvolta anche polifonia a 4 voci (in questo album Sing With Me ne è la testimonianza).

Senza voler fare un track-by-track, di può affermare tranquillamente che in The Ride non ci sia un brano fuori posto o destinato a essere skippato. Il disco si fa ascoltare senza intoppi e allo stesso tempo ogni canzone ha una sua identità ben precisa. L’alternanza di sonorità allegre e scanzonate (Simple Girl, Take My Call) con altre più cupe e incazzate (Pursuit Of Liberty, Certain Kind Of Monster) è ormai una formula consolidata, che trova forza nell’orecchiabilità delle melodie.

Come nei precedenti lavori, anche in The Ride i testi sono molto incentrati su temi sociali, partendo dall’esperienza personale. Per questo spesso sono molto legati al tema della donna e del suo ruolo nella società; di fatto un marchio di fabbrica, un elemento imprescindibile della loro musica.
Allora le tematiche trattate nelle dodici tracce vanno dalle critiche all’amministrazione Trump, alla forza di reagire alle difficoltà della vita, dalla lotta contro il cancro al seno (vissuta dalla chitarrista/cantante Stacey Dee e raccontata in Breastless) al sentirsi parte di una comunità che c’è sempre per te.

Se si dice che il terzo disco sia la prova del nove sul valore di una band, possiamo dire senza ombra di dubbio che la prova è ampiamente superata. Il lavoro ritrae perfettamente lo stato attuale della band e la musica che hanno fatto e continuano a fare.

Ricordiamo infine alle 4 ragazze che sono in debito con noi italiani di un live, saltato proprio all’inizio del lockdown, quindi le aspettiamo a braccia aperte con una voglia matta di pogare sotto il palco!

Frankie

Tracklist:

  1. Originators
  2. Certain Kind of Monsters
  3. Take My Call
  4. Simple Girl
  5. Breastless
  6. Perpetual Motion Machine
  7. Community
  8. Pursuit of Liberty
  9. The Mirage
  10. I Choose
  11. Chisme
  12. Sing With Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *