RADROCKS-Dieci canzoni per noi stessi da giovani-

RADROCKS-Dieci canzoni per noi stessi da giovani-

“Tra il 2006 ed il 2010 abbiamo molestato la riviera ligure con la nostra musica. Erano gli anni del pop punk, del liceo e dell’università.

La vita ci ha poi sparsi per il globo. Dopo una decade, siamo tornati in saletta per registrare 10 perle.

Ora siamo “imprenditori, mariti, scienziati, papà”, ma ad ascoltare noi stessi da giovani ci esaltiamo ancora come dei pensionati davanti a un cantiere

Si presentano così i Radrocks, quartetto ligure inquadrabile … ma non troppo.

Letta la presentazione e ascoltato il primo pezzo, D.A.D., che sostanzialmente ripete queste parole in musica, con tanto di vocali dei componenti del gruppo che si sentono dopo esperienze varie (Giappone, Gerusalemme, esami, figli…) per ricominciare a suonare assieme, penso di aver inquadrato il progetto: punk italiano cazzone da prendere poco sul serio: errore! Non è proprio del tutto così!

I quattro sono cresciuti a pane e Blink (ed un tocco di emo di primi 2000) e onestamente ci sanno fare. Tirano fuori dei pezzi ben fatti ed orecchiabilissimi che in poco tempo mi si ficcano in testa dimostrando che il lavoro è tutt’altro che “buttato lì”.

Lo dimostra la varietà dei pezzi, sia nei riff che nella scelta linguistica: 4 in inglese, 5 in italiano e uno addirittura in francese (con finale dialettale…)

Si spazia dal classicismo punk italiano stile Moravagine o Peter Punk di caro fratello o grazie a Dio (non sono ingegnere) al punk rock più tirato dei pezzi in inglese come Jack’s anthem e Ska-Wom-Dee (la mia preferita) , allo ska più scanzonato del pezzo in francese.

Le tematiche sono invece già chiare dal titolo: lo scorrere del tempo e la vita del dopo-università, il mondo del lavoro, la famiglia…. Queste sono però prese però alla leggera con ironia, senza recriminazioni e paranoie varie del genere “si stava meglio prima”!

In effetti come non concordare su:

Grazie a Dio non sono Ingegnere

ho una vita sociale, esco tutte le sere

derivate e matrici non so calcolare

sono altri i problemi a cui ho da pensare

Grazie a Dio, son quasi alla fine

Scienze Applicate delle Merendine

mi alzo alla mezza, poi colazione

ridendo di te da sei ore a lezione

Insomma: un bel disco che sicuramente merita un ascolto, in free download su

https://radrocks.bandcamp.com/album/dieci

27tommy

Un pensiero riguardo “RADROCKS-Dieci canzoni per noi stessi da giovani-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *