Browsed by
Autore: 27tommy

Mc Bain – Not for Weak Hearts

Mc Bain – Not for Weak Hearts

Terzo capitolo della folle idea dei veterans milanesi Mc Bain di fare un tris di Ep (le recensioni dei due capitoli precedenti qui1 e qui2) . Per chi non avesse seguito la saga i ragazzi provano a dividere un album in tre parti per vendere tre EP al prezzo di un disco ovviamente senza possibilità alcuna di guadagnarci nulla, tanto il punkrock non se lo fila più nessuno. La formula è sempre la stessa: punkrock di matrice Lookout sparato a 1000 con cori…

Leggi tutto Leggi tutto

Capgun Heroes – Last Call for Adderall (Hey Pizza! Records)

Capgun Heroes – Last Call for Adderall (Hey Pizza! Records)

Il nostro  Lupone ci porta a Chicago per recensire il disco dell’anno : Last call for Adderall dei Capgun Heroes! Erano i tempi cuuuuuupiiiii sotto Natale dell’anno scorso, e mogio mogio perchè all’epoca i bar chiudevano prestissimo e concerti in presenza manco uno, mi consolavo, per quanto possibile, con uno streaming organizzato da Mom’s Basement Rec. Ero impaziente di vedere i Volkov, Wanna Bee’s e Ratbones (attualmente in odore di nuovo album) quando tra i tanti si palesarono ‘sti pischelli,…

Leggi tutto Leggi tutto

Misery for a Living – Life Is But The Shipwreck Of Our Plans (5FeetUnder Records, Against the Sun Records, Italian Extreme Underground, Passion Meets Struggle Records, Sedation Records, SPxDiscos)

Misery for a Living – Life Is But The Shipwreck Of Our Plans (5FeetUnder Records, Against the Sun Records, Italian Extreme Underground, Passion Meets Struggle Records, Sedation Records, SPxDiscos)

Un rabbioso concentrato di passione. Un manifesto oscuro e sincero. Un compagno che non ti molla soprattutto nei momenti più duri. Sono queste le parole che mi vengono in mente dopo aver ascoltato Life is but the Shipwreck of our Plans, ultimo lavoro dei Misery for a Living che dal profondo del Friuli ci ricordano che cos’è veramente l’hardcore. C’è un sentimento particolare che provo ogni volta, e solamente, quando partecipo ad un concerto hardcore. Non saprei definirlo, ma grosso…

Leggi tutto Leggi tutto

Actionmen – Supa Baba (Mud Cake Records)

Actionmen – Supa Baba (Mud Cake Records)

Se non si può parlare di un ritorno col botto in questo caso, non so proprio quando potrebbe essere concesso farlo. Actionmen are back e i muri tremano: il turbo hc è tornato in scena amici! In effetti non userei altro termine per definire il sound di questo disco/EP che già dal titolo e dalla cover riporta alle origini (per i più ggggiovani, il primo disco della band di Ravenna era intitolato UpaBaba ed aveva praticamente la stessa copertina, solo…

Leggi tutto Leggi tutto

Punkrock Factory – Masters of the Uniwurst

Punkrock Factory – Masters of the Uniwurst

Metti insieme quattro simpatici nerd cicciottelli, una saletta per far casino e nessuna vergogna, cosa ottieni? Punkrock Factory! Band gallese dedita da ormai diversi anni al “miglioramento” di canzoni altrui. Mi spiego meglio: l’attività dei quattro consiste sostanzialmente nel prendere classici brani della tradizione teen/becer pop anni 80/90 e ridargli nuova vita con un’iniezione di Mesa Boogie e una moltiplicazione di BPM. In questo modo viene in sostanza ridotta l’inibizione di ogni punkrocker verso la gasatura normalmente e attentamente celata…

Leggi tutto Leggi tutto

Turnstile – Glow On (Roadrunner Records)

Turnstile – Glow On (Roadrunner Records)

Il disco più chiaccherato degli ultimi anni? Eccolo: Glow On dei Turnstile Riusciranno i nostri eroi di Baltimora a sconfiggere l’efferato e sconsiderato hype che si portano dietro da quando è uscito il loro terzo album ‘Glow On’ ? … forse … I Turnstile sono il “caso” discografico del 2021, parlando della scena underground. I ragazzi sono in giro da una decina d’anni e dopo aver pubblicato due EP e due LP, arrivano a gamba tesa con questo ultimo lavoro,…

Leggi tutto Leggi tutto

Teenage Bottlerocket – Sick Sesh! (Fat Wreck Chords)

Teenage Bottlerocket – Sick Sesh! (Fat Wreck Chords)

Un pochino si storia. Primi anni 2000. Il Ramonescore è sostanzialmente in fin di vita. La Lookout ha ormai fatto il suo tempo e i gruppi di riferimento Screeching Weasel e Queers languono tra continui cambi di formazione e scelte discutibili dei loro front man (in particolare quel fottuto pazzo di Ben). Arrivano dallo sperduto Wyoming quattro ragazzotti che non solo tengono in piedi il genere ma lo rivitalizzano e lo fanno rinascere con quelle chitarre tamarre su assolini e…

Leggi tutto Leggi tutto

Billycock – You’re not Punk Rock (Ostia Records, Dinomite Records)

Billycock – You’re not Punk Rock (Ostia Records, Dinomite Records)

Sounds like it’s Berkeley, but it’s not! È tutta roba nostrana! Stavolta è la città di Latina a consegnarci una bella band pop punk come non si sentiva da un bel pezzo. Siamo lontani dalla definizione odierna del genere, fatto di State Champs o Neck Deep: i Billycock hanno più il sound dei Green Day dei primi anni 90, proprio quello che ha accompagnato l’adolescenza di molti di noi. Basta sentire i giri di basso di Island e Figure Out…

Leggi tutto Leggi tutto

BAY FEST 2021 – Positive Edition (Day 2)-Joey Cape, Olly, Gianmaria Accusani, PGA

BAY FEST 2021 – Positive Edition (Day 2)-Joey Cape, Olly, Gianmaria Accusani, PGA

BAY FEST 2021 – Positive Edition (Day 2) Ho comprato il biglietto per il secondo giorno del Bay Fest il primo giorno del Bay Fest, sulla spiaggia dell’hotel Gigliola (ribattezzato Gigliola Hardcore per motivi che non starò qui a spiegarvi), a Igea Marina, a poche centinaia di metri dallo splendido Beky Bay. Per chi non lo conoscesse o non ci fosse mai stato, il Beky è ciò che io chiamo “l’installazione perfetta” per un concerto punk: sabbia, legno, chioschi, cabine,…

Leggi tutto Leggi tutto

Impossibili+Go Go Ponies@ Giargiana Fest Seregno (MB)

Impossibili+Go Go Ponies@ Giargiana Fest Seregno (MB)

La butto lì: di questi tempi si parla tanto di obblighi e restrizioni: contro rabbia, depressione e scazzo della vita moderna renderei obbligatorio almeno un concerto degli Impossibili all’anno. Scontati, ripetitivi, vecchi, già sentiti…tutto vero, ma chissà com’è che quando inizia “ritardato” ti giri attorno e sulle solite vecchie facce, militanti di 1000 concerti ma anche sui nuovi, sui ragazzini, si stampa un gran sorriso e tutti giù di singalong e (abbozzati tentativi) di pogo. Boh gli Impossibili son tipo…

Leggi tutto Leggi tutto