Browsed by
Categoria: Album review

Polluzioni Spontanee -Grazie per l’inchino-

Polluzioni Spontanee -Grazie per l’inchino-

Non si nascondon0 certo dietro un dito i tre ragazzi sardi. Nome: polluzioni spontanee. Come ci definiamo: stupid punk rock. Copertina: l’avete vista? Direi che non serve La signora in giallo per intuire che i quattro facciano il classico punk rock demenzial-sessuale cantato in italiano. Dico la verità, a me i gruppi troppo volgari non piacciono: sarò bacchettone ma è così! Dunque ascolto il disco quasi solamente per gentilezza (me l’han spedito, lo sento). E checcazzo devo dire che, a differenza di…

Read More Read More

CHILAFAPULISKA – GOOMBAH-

CHILAFAPULISKA – GOOMBAH-

Il nostro skalos ci porta in Abruzzo con i cumpà Chilafapuliska! Oggi vi presentiamo i “chilafapuliska”, band ska attiva ormai da tempo sulla scena italiana. Nascono infatti nel 2007 in Abruzzo, nella provincia di Chieti. La prima pubblicazione è del 2009 con l’EP “wanna be” che anticipa il primo album “Mo(l)to sexy quasi hard”. Negli anni dividono il palco con le band che hanno fatto la storia qui da noi, praticamente tutti quelli che ascoltavamo (c’è chi li ascolta ancora!), da…

Read More Read More

Bandaid Brigade – I’m Separate

Bandaid Brigade – I’m Separate

Questo non è un album punk. Bandaid Brigade è il nuovo progetto che coinvolge Zach Quinn dei Pears e Brian Wahlstrom di Scorpios e Gods Of Mount Olympus. Progetto molto particolare per le sonorità e soprattutto per i soggetti coinvolti. Quinn lo conosciamo bene per i suoi Pears, band hardcore punk di New Orleans, ormai in procinto di pubblicare il terzo album a marzo 2020. Wahlstrom invece è un cantante e pianista forse un po’ meno conosciuto nell’ambiente punk che…

Read More Read More

The Reaganomics – The Aging Punk

The Reaganomics – The Aging Punk

Navigando nell’internet alla ricerca di nuovi ascolti, vedo il nuovo album dei Reaganomics, band a me sconosciuta, uscito a dicembre per la Red Scare Industries. L’etichetta è una di quelle che non sbaglia un colpo e la copertina mi attira: premo play e… amore a primo ascolto! Che bello scoprire le band così, un po’ per caso! Il gruppo non è molto conosciuto e la motivazione me la rivela Bandcamp: i Reaganomics scrivono musica ma non vanno in tour spesso…

Read More Read More

Jodedoss -Numero due-

Jodedoss -Numero due-

Quando i Judedoss mi contattano per fare una recensione dl loro lavoro mi faccio l’idea che facciano il classico punk italiano (alla Pornoriviste per dire). Il nome, che in dialetto lombardo significa circa togliti di dosso, non starmi addosso, mi dà questa sensazione. Sbagliato. I quattro ragazzi valtellinesi fanno un punk con grossissime influenze rock, tanto che loro stessi definiscono il loro un genere che spazia principalmente nei dintorni del punk, con svariate influenze, che vanno dal grunge al post punk passando per…

Read More Read More

Jagger Holly and The Windowsill, 10” split, Hey Pizza! Records (US) e Shield Recordings (NL).

Jagger Holly and The Windowsill, 10” split, Hey Pizza! Records (US) e Shield Recordings (NL).

Attivissimi i Jagger Holly che, subito dopo il disco dedicato al Natale (appena recensito qui), si affiancano agli orange Windowsill per un Ep all’insegna del pop-punk/Ramonescore. Il nostro Momoramone ce lo racconta nella: PILLOLA DI MOMO: Marien Nicotine ci ha mandato l’ultimo lavoro del suo gruppo, i Windowsill, che è uno split di 8 canzoni con i Jagger Holly, 4 pezzi ciascuno. Non credo servano presentazioni per i due gruppi, il curriculum dei membri dovrebbe bastare per impressionare ogni punk…

Read More Read More

Maybe Wonders -Unspoken Expectations-

Maybe Wonders -Unspoken Expectations-

La prima recensione del 2020 è di un disco uscito nel 2016: Essì, qui a Irritate People siamo un pò particolari! Accade semplicemente che in occasione della fantastica trasferta di Montecchio Maggiore (live report qui) incontro tale Tony che mi parla del suo gruppo, i Maybe Wonders, e poco dopo mi invia questo lavoro. E io in questi giorni letteralmente me lo mangio, tipo pandoro. I Wonders sono un terzetto di Castelfranco Veneto attivo dal 2010 e a me assolutamente…

Read More Read More

Top del decennio (part two: stupid guys)

Top del decennio (part two: stupid guys)

Come quelli bravi (ma in ritardo rispetto a quelli bravi) pubblichiamo anche noi la top ten del decennio. Come detto per la prima parte in redazione ovviamente  tema (unita ad un sostanzioso abuso di alcool reso lecito dalle festività) ha creato un certo fermento. Ecco qui: Scrivo a Skalos quali siano per lui gli album top del decennio: mi risponde Screaming Otter ovvero l’album, uscito nel 1993 (1993!) bootleg degli Screeching Weasel dal vivo: Questo. Siamo a 25 anni fa, Skalos mi dice che…

Read More Read More

Top del decennio (Part one: the serious guys)

Top del decennio (Part one: the serious guys)

Come quelli bravi (ma in ritardo rispetto a quelli bravi) pubblichiamo anche noi la top ten del decennio. In redazione ovviamente tale tema (unita ad un sostanzioso abuso di alcool reso lecito dalle festività) ha creato un certo fermento. Pubblichiamo per prime le liste delle persone serie (ahhhhhhh!!!!!).  Come vedrete non c’è nessuna amalgama: ognuno ha scritto quello che voleva e come voleva; nessuno ha scelto 10 album, qualcuno ha palesemente barato inserendo dischi di un altro decennio, altri hanno…

Read More Read More

For I Am – Late Bloomers-No Reason records, Bearded Punk Records

For I Am – Late Bloomers-No Reason records, Bearded Punk Records

“Disney punk”: è così che i For I Am descrivono il proprio sound e devo dire che la definizione è azzeccata. Melodie gioiose sostenute dalla soave voce della cantante Hanne fanno passare una quarantina di minuti di pop-punk spensierato. Ma non è tutto qui perché la band di Antwerp, Belgio, piazza sapientemente qua e là copiosi inserti di melodic hardcore e skate punk che rendono il tutto più succulento. Late Bloomers è il secondo full length uscito il 16 novembre…

Read More Read More