Marky Ramone @ Festa Sant’Anna Casatenovo (Lc)

Marky Ramone @ Festa Sant’Anna Casatenovo (Lc)

Quando dico ad un amico di andare a sentire il batterista della rock band più importante del pianeta, mi risponde con una faccia stralunata: “c’è solo il batterista?”, è sempre più perplesso quando gli spiego che non è nemmeno quello della formazione originale. Comunque viene! E alla fine mi ringrazia!

Tutto questo per dire che Marky Ramone riesce in una incredibile manovra commerciale: tener duro a più di 60 anni sfruttando il suo nome (e la tragica scomparsa di tutti gli altri): eppure ci riesce bene!

Mettiamo ordine: arrivo alla fesa di Sant’Anna verso le 21.30, non riesco a vedere la luna rossa: troppe luci! Sta suonando un tizio con una chitarra elettrica, in solitaria sul palco: fa una specie di psicobilly-country (non so se esiste questa definizione); non è male; ha una gran voce country. Prendo una birra e lo ascolto solo in sottofondo.

Poi ecco Marky; forse sono l’unico che non se lo aspettava ma con lui suona la chitarra Greg Hetson dei Bad Religion: ottimo! Il bassista è un ragazzino tutto tatuato e il cantante uno spilungone con chiodo (ricorda qualcuno?).

Mi avvicino per sentire, un po’ scettico: ho già visto più volte Marky suonare con varie formazioni e non sempre mi ha convinto. Si parte con Rockaway Beach e subito è un gran delirio! Cazzo questi sono la miglior formazione che ho sentito suonare i Ramones!

Greg alla chitarra è una garanzia; il pischello al basso non cerca di stra-fare e piazza i cori al momento giusto…e poi c’è il cantante: tutto il mondo sa che il ruolo di cantante in una cover-band dei Ramones è spinosissimo. Non puoi imitare Joey senza risultare ridicolo, non puoi non imitarlo senza risultare ridicolo. Il risultato è assicurato: critica dietro l’angolo…invece questo no: ha una voce della madonna che somiglia molto al timbro particolarissimo di Joey, lo imita nelle movenze sul palco ma senza risultare fastidioso: insomma non promosso ma laureato con 110 e lode!

Altra insidia in agguato. i Ramones facevano tutto il concerto dritto, senza cazzate o pause: e loro fanno esattamente così, dritti lanciati con “one-two-three-four” e basta tra una canzone e l’altra. Fantastico!

Dobbiamo dire qualcosa della scaletta? Tutto quello che ci aspettiamo: Beat on the brat, Judy is a punk, Commando, California sun, Sheena, Oh oh i love her so, Lobotomy, 53 &3rd, sniff some glue, the KKK, RAMONES…. qualche ballatona come Needles and pins, I remember you,  e have you ever seen the rain.

Escono due volte (una per far spazio a qualche striminzito fuoco d’artificio) e finiscono con What a wonderful world e ovviamente Blitzkrieg bop.

Il pubblico? C’è di tutto: dai ragazzini Virgin Radio che sanno solo heyohletsgo e che nel pogo rompono il cazzo a tanti più in su con gli anni, che cantano a squarciagola su tutte le canzoni.

Non abbiamo detto niente di Marky: cazzo lui è una macchina dietro le pelli, a più di 60 anni con una scaletta senza un attimo di pausa non sbaglia niente, veramente una drum machine!

La festa di Sant’Anna è una figata; nel corso degli anni ha portato un sacco di gruppi a suonare in un posto inculatissimo: ormai però la location sta diventando troppo piccola per tenere tutta la gente che arriva.

Se qualcuno sa il nome di bassista e cantante di questa formazione mi faccia sapere chi sono: Marky li ha presentati ma ho capito solo che il cantante era di lingua spagnola (argentino?): questa è la formazione che (azzardo ma lo credo veramente) più si avvicina ai Ramones che io abbia mai sentito!

27tommy

One thought on “Marky Ramone @ Festa Sant’Anna Casatenovo (Lc)

  1. Grazie per la bellissima recensione! Presto ti inviamo tutte le specifiche della band…a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *