Punk Rock Raduno: commenti (parte I)

Punk Rock Raduno: commenti (parte I)

Abbiamo chiesto ad alcune eminenti autorità del campo punk-rock di tirare le somme del Punk Raduno, ecco cosa ne è uscito

Moyano

1.- Performance top: Copyrights e Creeps per la bravura, Ponches, gli Ignoranti e I like Allie per i sentimenti.

2.- Rimandati: Nessuno. Questa edizione non c’è stata una sola band che non mi abbia garbato, forse mi aspettavo di meglio da Kurt Baker.

3.- Big surprise: Ferrets e Werecats senz’altro.

4-Band che purtroppo ti sei perso: i Murderburgers aaaaaaaaaaa

5 Band che vorresti vedere il prossimo anno: i Copyrights. No seriamente non saprei. Mi piacerebbero da morire vedere i Mean Jeans, i Broadway Calls, gli All brights o i Ramona.

Ps Alla 5 aggiungi gli Angel dust e i Touché Amoré non ironicamente

6.- Consigli non richiesti: niente, 100/100, questa edizione è stata senza sbavature.

Tommy GB

1-Perfomance Top: Premetto che le band al Raduno hanno fatto tutte un super concerto, ma se devo scegliere ti direi LIVERMORES che hanno aperto e i PANSY DIVISION che hanno proposto un set veramente pazzesco tra vecchie hit e pezzi nuovi.

2-Rimandati: Ci metto Kurt Baker perché non mi fa impazzire e live con la sua band non ha impressionato particolarmente.

3-Big Surprise: Scelgo i Ferrets, freschi, veloci, mega punk rock!!

4- Ho paccato domenica e rimpiango soprattutto di essermi perso i SENZABENZA e i The Nimrods.

5- L’ hanno prossimo potendo scegliere 2 band da sentire ti direi i NERF HERDER e gli SQUIRTGUN di Mass Giorgini

6-Consigli? Più che consigli direi la speranza che il Punk Rock Raduno continui a far divertire così tanto anche per i prossimi anni, veramente una Happy Family! Ciao!!

DJ Senso

Premessa doverosa: ho partecipato al raduno da venerdì sera in avanti e mi sono perso la giornata COMBO SUPREMA di giovedì con The Livermores, The Creeps e Derozer. Aggiungo che il festival si è riconfermato FORMIDABILE in ogni suo aspetto: bands/service e suoni, staff/ cibo/ bere , organizzazione, atmosfera e pubblico. Il mio festival preferito in Italia e non solo.

Top performances The Copyrights, Dan Vapid e seguaci (a tratti così così ma va benissimo ugualmente) , Dee Cracks.

Rimandati perché forse non ho mai approfondito ma non avrò nemmeno stimoli a farlo: Pansy Division, McRackins (preferisco i McBain) , Nimrods. Big surprise per modo di dire, ma sul palco davvero fighissimi : Red car burns, Gli Ignoranti, Flamingo nosebleed.

Band che mi sono perso soffrendo forte: The Creeps.

Bands che vorrei vedere il prossimo anno: TWISTER, THE SPECTERS, SPAVENTAPASSERE, GOOFY HEAD, MEGA, VOLKOV. Per Quelle “grosse” ho completa fiducia (a parte the Huntingtons che devono venire per forza)

Consigli non richiesti: mi sarebbe piaciuto vedere djsets/afterparty con un po’ di fantasia in più: non solo le hits e non solo le solite 5/6 bands scontate e a rotazione. Il computer poi lo vedo meglio nei club di Ibiza.

Io vorrei un PRR in versione invernale perché sarebbe un orgasmo garantito. Magari 1 giornata? Ne abbiamo tutti bisogno e la speranza continua…

Grazie ancora ad Irritate People per avermi contattato e per questo spazio.

Enri Gluesniffer

1-Performance top: Red Car Burns la domenica pomeriggio, The Creeps, Vapid alle piscine

2-Rimandati: McRackins, Nimrods. Purtroppo mi sto piano piano disaffezionando al genere

3-big surprise The Creeps assolutamente!

4-band che purtroppo ti sei perso Dito nella piaga…The Copyrights

5-band che vorresti vedere il prossimo anno Mean Jeans, mai visti!

6-consigli non richiesti Ci provo ma davvero non ho motivi per lamentarmi. Organizzazione impeccabile e al tempo stesso tutto veramente punk. Unica cosa, potrebbe essere un’idea adottare il sistema dei token al posto dei cash per diminuire le code ma detto questo, continuate così

Alice Milella

1) Performance top: Vapid – set Riverdales

2) Rimandati: ci ho pensato troppo e non riesco a rispondere

3)Big surprise: Creeps

4)band che purtroppo ti sei persa: Ferrets

5)Band che vorresti vedere il prossimo anno: Interrupters e Isotopes

6) Consigli non richiesti: serve una piscina

Andrea Imbalzano

1-Performance top: Senza ombra di dubbio, voto i Creeps. Hanno spazzato via tutto e tutti, soprattutto chi si è atteggiato da rockstar del cazzo. Non lo dico per “interessi personali” ma viste le reazioni dei miei amici, e dei molti presenti credo che sia un pensiero più o meno comune. Erano tra i gruppi più attesi e non hanno deluso le aspettative.

2-Rimandati: Nonostante l’affetto e la stima che provo, son rimasto un po’ deluso dal set Riverdales di Dan Vapid & The Cheats. Per carità, ho goduto tantissimo ma sono arrivati palesemente impreparati e molti brani sono stati suonati troppo lentamente per i miei gusti. Ma alla fine chi se ne frega? Il punk rock è bello anche per questo, alla fine basta un pezzo come Back To You: ditino al cielo, emozioni a mille e batticuore e tutto passa in secondo piano.

3-big surprise: Bene o male conoscevo tutte le band bene e sapevo cosa aspettarmi, tuttavia mi hanno fatto una bella impressione i Flamingo Noosebleed: pochi fronzoli, dritti, sporchi e veloci come un treno. Dico anche i Senzabenza che mettono in riga tutti e dimostrano che in Italia comandano ancora loro.

4-band che purtoppo ti sei perso: Nimrods e Ponches

5-band che vorresti vedere il prossimo anno: Sognando ti direi Screeching Weasel o i Vapids, più realisticamente ti dico Huntingtons, Jasons o Mopes.

6-consigli non richiesti: sinceramente credo che c’è ben poco da consigliare. Al momento il Raduno è una macchina perfetta che funziona alla perfezione in ogni minimo ingranaggio: niente da ridire, pur volendo non riuscirei a trovare un minimo difetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *