American Television – Watch It Burn

American Television – Watch It Burn

In Italia si è parlato poco o niente di questo album e di questa band e quando mi è arrivato tra le mani il disco, la prima domanda che mi è venuta, è stata quella che probabilmente sarebbe venuta a molti di voi: “ma chi cazzo sono questi American Television?”
Tra l’altro il moniker non aiuta sicuramente la band di Washington D.C. a farsi notare in mezzo alla marea di band medio-piccole del sottobosco punk rock, essendo il loro uno dei nomi più generici e anonimi che io abbia mai sentito.

L’ignoranza sui quattro statunitensi però si rivelerà un peccato già dopo pochi minuti dall’inizio dell’ascolto di questo album di debutto, uscito il 24 gennaio 2020 per Wiretap Records.
Pop punk dove melodia e aggressività si mescolano alla perfezione e convivono senza problemi. I nomi che vengono in mente sono veramente tanti e anche piuttosto diversi: Millencolin, The Lawrence Arms, The Dopamines, Anti-Flag e molti altri.

Come suggerisce il titolo, l’album è piuttosto incazzato sia musicalmente sia nei testi. Se il nome della band non è stato per me un elemento attrattivo, lo è stato senza dubbio la copertina di Watch It Burn, a mio avviso eccezionale, che rende perfettamente le atmosfere delle 10 tracce.
La durata del disco è perfetta: 26 minuti, un tempo sufficiente per godersi dell’ottimo punk rock senza annoiarsi. I brani sono abbastanza diversificati da non confonderseli ma non così orecchiabili da cantarli al secondo ascolto (ma al quarto sì).
Le mie tracce preferite sono l’opener Awkward Universe (già dai primi accordi ho capito che questo disco mi sarebbe piaciuto), Dead & Gone (l’assolo verso la fine è veramente stupendo e liberante), Parasite (che nel ritornello mi ricorda una canzone dei nostri Cocks) e il bellissimo brano conclusivo Great Divide.

è ben chiaro che gli American Television non inventino nulla di nuovo, ma riescono a dare una loro versione del pop-punk moderno in chiave assolutamente divertente e piacevole.
Andateveli a recuperare e speriamo che passino dalle nostre parti prima o poi!

Frankie

Tracklist:
1. Awkward Universe
2. Standing Still
3. Dead & Gone
4. Drinks
5. Parasite
6. Dad’s Song
7. Technology
8. Wasteland, USA
9. Misprint
10. Great Divide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *