Malas Palabras – Semper Fidelis

Malas Palabras – Semper Fidelis

Momoramone ci porta in Costarica…yes punk rock in Costarica!

Una band dal Costa Rica ci manda il loro ultimo album. Non mi vengono in mente grandi nomi di band centro-sudamericane, sono ignorante e quindi curioso. Leggo sulle loro pagine che si ispirano a Ramones, Screeching Weasel, Manges, Queers e altre band ramonescore. Studio un po’ e vedo che hanno alle spalle un EP con Jughead alla chitarra e dei concerti con i DeeCracks.

Bene, sono a casa e ascolto il disco con ancora più interesse… ma mi trovo di fronte a un sound ben diverso da quello che mi aspettavo, diciamo più Fat Wreck che Lookout: voce graffiante e incazzata, basso molto pesante, chitarre spinte e nell’insieme un impatto sonoro che ti asfalta come un camion in autostrada, senza pause o silenzi, tutto insieme, tutto a palla. Produzione e suono sono notevoli, è tutto ben fatto, tanta roba!

Più energia che melodia, se dovessi descrivere il disco in quattro parole. I testi sono in spagnolo, che funziona sempre ma non rende semplicissima la comprensione (anche se su bandcamp ci sono tutti i testi, cosa rara e apprezzata!). Ci sono molte cose che mi piacerebbe approfondire, dalla copertina con la foto aerea di un vulcano e uno stile da enciclopedia, alla intro e outro parlata con sottofondo di uccelli, cascata e suoni della foresta (non capisco se sono citazioni letterarie o se è solo un loro discorso sulla vita). Il mio pezzo preferito è la outro, strumentale con la prima chitarra che guida e viene rincorsa dalla seconda chitarra in una cavalcata davvero piacevole.
Un disco bello, intenso e energetico, forse molto omogeneo nel suo insieme (non è di per sé una critica) e senza il pezzo che ti si pianta in testa e ti ricordi anche dopo un po’ di ascolti. Una band davvero interessante, che per me merita visibilità maggiore.

Momoramone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *