Same Side-Same Side-Pure Noise Records

Same Side-Same Side-Pure Noise Records

Gran bell’esordio da solista di Kevin, chitarrista dei The Story So Far!

Questa nuova uscita per la Pure Noise Records è anche una prima uscita discografica in assoluto , infatti dietro il
monicker Same Side troviamo Kevin Geyer , il chitarrista de The Story So Far , alle prese con il suo esordio da solista.
Atmosfere rarefatte, un velo di malinconia persistente ma efficace nel rendere il ‘mood’ dei brani e un songwriting azzeccato; è questa la ricetta che mette nel piatto il chitarrista californiano , con esiti oltremodo positivi.
Personalmente, azzardo addirittura di essere molto più coinvolto dall’ascolto di questo EP di 5 pezzi piuttosto che da
un qualsiasi disco della pur estremamente valida band di provenienza di Kevin.
Se è vero infatti che, con il passare del tempo, il gruppo di Walnut Creek abbia effettuato una virata verso sonorità
molto brit-pop e in generale più accattivanti su larga scala, è altrettanto vero che in questo esordio emerga invece la necessità di comunicare sul piano emotivo attraverso la forma-canzone , in modo puro e semplice, compito che riesce in una manciata di pezzi o al primo ascolto non a tutti, ma soltanto ai fuoriclasse.
Non credo di sbilanciarmi affatto, dunque, nell ’affermare che Same Side sarà uno degli episodi discografici da ricordare in questo 2020 quando a fine anno si tireranno le somme.
Si parte con ‘ Smoke ’ e le coordinate sono chiare: chitarra portante e chitarra solista che si cercano e trovano in
continuazione, accompagnate da una batteria minimale e dalle basse appena accennate, arrangiamento perfetto ,
davvero ineccepibile.
Le cinque tracce si alternano così, circondate d’ intimismo e dirette verso l’ascolto delle proprie emozioni, tra malinconia e speranza; ‘ The Way It Seems ’ è un brano dove spicca un accento molto ‘british’ nell’arrangiamento, ‘ Fall Back In Again ’ è forse il brano più introspettivo dell’EP e risulta leggermente cupo rispetto agli altri.
La conclusiva ‘ Same Side ’ si riallaccia idealmente al mood dell’opener ‘ Smoke ’, ma è pervasa da una slide-guitar
nell’arrangiamento, che la erge (a mio parere) come miglior pezzo del disco .
Davvero un buon lavoro, forse non un disco fresco e leggero, consono per la stagione alle porte, ma sicuramente di grande impatto emozionale , nel suo essere minimale.

Koppo

TRACKLIST :
1. Smoke
2. Stuck In A Hole
3. The Way It Seems
4. Fall Back In Again
5. Same Side

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *