Browsed by
Tag: Reeko

Misery for a Living – Life Is But The Shipwreck Of Our Plans (5FeetUnder Records, Against the Sun Records, Italian Extreme Underground, Passion Meets Struggle Records, Sedation Records, SPxDiscos)

Misery for a Living – Life Is But The Shipwreck Of Our Plans (5FeetUnder Records, Against the Sun Records, Italian Extreme Underground, Passion Meets Struggle Records, Sedation Records, SPxDiscos)

Un rabbioso concentrato di passione. Un manifesto oscuro e sincero. Un compagno che non ti molla soprattutto nei momenti più duri. Sono queste le parole che mi vengono in mente dopo aver ascoltato Life is but the Shipwreck of our Plans, ultimo lavoro dei Misery for a Living che dal profondo del Friuli ci ricordano che cos’è veramente l’hardcore. C’è un sentimento particolare che provo ogni volta, e solamente, quando partecipo ad un concerto hardcore. Non saprei definirlo, ma grosso…

Leggi tutto Leggi tutto

Actionmen – Supa Baba (Mud Cake Records)

Actionmen – Supa Baba (Mud Cake Records)

Se non si può parlare di un ritorno col botto in questo caso, non so proprio quando potrebbe essere concesso farlo. Actionmen are back e i muri tremano: il turbo hc è tornato in scena amici! In effetti non userei altro termine per definire il sound di questo disco/EP che già dal titolo e dalla cover riporta alle origini (per i più ggggiovani, il primo disco della band di Ravenna era intitolato UpaBaba ed aveva praticamente la stessa copertina, solo…

Leggi tutto Leggi tutto

Billycock – You’re not Punk Rock (Ostia Records, Dinomite Records)

Billycock – You’re not Punk Rock (Ostia Records, Dinomite Records)

Sounds like it’s Berkeley, but it’s not! È tutta roba nostrana! Stavolta è la città di Latina a consegnarci una bella band pop punk come non si sentiva da un bel pezzo. Siamo lontani dalla definizione odierna del genere, fatto di State Champs o Neck Deep: i Billycock hanno più il sound dei Green Day dei primi anni 90, proprio quello che ha accompagnato l’adolescenza di molti di noi. Basta sentire i giri di basso di Island e Figure Out…

Leggi tutto Leggi tutto

Afterlife-Part of me-Hopeless Records

Afterlife-Part of me-Hopeless Records

Vi ricordate il Nu-metal? Squadra che vince non si cambia, ed infatti a soli due anni di distanza dal debutto Breaking Point per Hopeless Records, gli statunitensi Afterlife pubblicano il secondo lavoro intitolato Part of Me e le aspettative sono tutt’altro che basse, almeno per il sottoscritto. Per chi non la conoscesse, la band di West Palm Beach si colloca all’interno di un filone ormai quasi estinto: quello dell’industrial/nu metal che fu la rivoluzione musicale del primo quinquennio dei duemila,…

Leggi tutto Leggi tutto

Gibberish – Strangers (Thousand Islands Records)

Gibberish – Strangers (Thousand Islands Records)

Torniamo dalle vacanze con un po’ di hardcore melodico nelle cuffie! Ci sono un americano, un italiano e due giapponesi. No, non è una nuova stagione di “La sai l’ultima”, stiamo solo parlando della formazione dei Gibberish, band multiterritoriale nata nel 2015 come progetto “a distanza” fra quattro irriducibili appassionati punk rockers. Nella lunga estate caldissima di questo 2021 non poteva mancare un bel discone hardcore melodico come Dio comanda ed infatti i quattro piazzano una bombetta niente male che…

Leggi tutto Leggi tutto

The Camel City Blackouts-Wild Card EP

The Camel City Blackouts-Wild Card EP

I Camel City Blackouts si sono proprio messi sotto quest’anno. Dopo il primo EP “13” rilasciato in Gennaio, il duo di Winston Salem presenta il diretto successore “Wild Card” a sei mesi di distanza giusto in tempo per la stagione estiva. Di questo secondo EP del 2021 mi ha subito colpito l’artwork: adoro questo tipo di contrasto di colori, che unitamente al soggetto ritratto mi ha proiettato in un mood quasi glam. Faccio partire e…uhmm.. I tre pezzi di cui…

Leggi tutto Leggi tutto

Still No One Self Titled EP (2021, autoprodotto)

Still No One Self Titled EP (2021, autoprodotto)

Se pensaste ad un’ipotetica California italiana, cosa vi verrebbe in mente? Esatto: tutto tranne il Veneto. Ma è invece proprio dalla terra della bestemmia facile che grida forte il richiamo della Golden Coast, almeno musicalmente parlando. Questo è quello che vogliono farci intendere gli Still No One, quartetto Trevigiano in uscita col suo primissimo EP assolutamente ed orgogliosamente autoprodotto. Tre pezzi di purissimo SoCal punk rock come Dio comanda: chitarrone belle grosse, batteria a martello, linee vocali dirette e giustamente…

Leggi tutto Leggi tutto

Drug Church- Tawny EP-Pure Noise Records

Drug Church- Tawny EP-Pure Noise Records

Noise from the city! Anche i newyorkesi Drug Church sverginano il 2021 con l’EP Tawny, fuori per Pure Noise Records.  A tre anni di distanza dall’ottimo Cheer, il quintetto torna a far parlare di se con questo breve ma intenso raid di soli quattro pezzi che mantengono la band nei solchi già tracciati con le precedenti uscite.  L’unica piccola sorpresa per chi ascolta è rappresentata dal pezzo in apertura, Head-off, decisamente più sottotono rispetto al resto della tracklist, trattasi forse…

Leggi tutto Leggi tutto

Boltergeist-Maybe Next Year EP (2021, High End Denim Records)

Boltergeist-Maybe Next Year EP (2021, High End Denim Records)

  High End Denim Records, piccola realtà indipendente canadese, piazza la nuova uscita dei Boltergeist, giovane band che sta già simpatica per il moniker squisitamente 80s. Il suono del trio si discosta notevolmente da quello che la scena ormai definisce come CanadaCore, ovvero un genere di punkrock molto veloce e tecnico caratterizzato da suoni secchi e taglienti (vedi alla voce Fullcount, Belvedere, Propagandhi, o approfondisci sul canale YouTube di Ale Punkcast), infatti ascoltando l’EP Maybe Next Year si viene travolti…

Leggi tutto Leggi tutto

Minus Hero – Songs About Leaving (Flamingo Records)

Minus Hero – Songs About Leaving (Flamingo Records)

Gli amici di Flamingo Records licenziano il secondo EP dei romani Minus Hero scegliendolo anche come apripista per la collana Blue Feelings, progetto nato in pandemia per dare voce al “lato più riflessivo e sentimentale del punk rock”, citando testualmente la label, composto da periodiche uscite di nuovi nomi in formato 10” (10-pollici-e lode per l’idea). Questa band non poteva davvero finire in un contesto migliore: in tutta onestà sto scrivendo questa recensione rilassato sul divano bevendomi una BrewDog, e…

Leggi tutto Leggi tutto