TANA DEL VERME – TANA DEL VERME – This is core records

TANA DEL VERME – TANA DEL VERME – This is core records

“siamo la nostalgia di una generazione cresciuta con il punk /che non vuole mollare non vuole rinunciare alla propria identità…” cantano così questi tre ragazziunavolta nell’ultima canzone, disco punk. E anche se arriva alla fine dell’album questo è il manifesto del loro lavoro: tre amici con alle spalle esperienze varie in gruppi punk italiani che si mettono insieme evocando gli anni ’90, non solo con i testi ma con l’approccio e la sonorità tipica di quel periodo.

In effetti ascoltando i Tana del verme si torna indietro alla nostra giovinezza e i riferimenti sono scontati: Derozer, Pornoriviste e molto Duracell. I tre hanno le idee chiare e sanno mettere insieme un mini album (7 canzoni) che risulta nostalgico ma ben curato, cantato come Dio comanda e ottimamente prodotto.

Dai 7 pezzi non convince l’iniziale semistrumentale (che non a caso si intitola intro) dove su un ottimo ritmo punk la voce di un documentario ci racconta che cos’è un verme (?)…ok che il nome del gruppo è quello, ma la scelta è quantomeno bizzarra!

Poi si sale molto di livello con le mie preferite che sono la Regola e soprattutto MJF, dedicata a Michael J Fox con intro ed outtro di ritorno al futuro.

Si chiude con Disco punk, come già detto manifesto del disco e del gruppo: anche qui lascia un po’ l’amaro in bocca la lunga prolusione con solo riff (ottimo) di chitarra e bel testo che solo negli ultimi 30 secondi diventa una vera e propria canzone con l’entrata (direi l’irruzione) di basso e batteria.

Nel complesso un bel mini album: si vede che i tre non sono novellini: chitarre e voci ben messe insieme, con ottimi cori e bei riff. L’operazione nostalgia non risulta pesante ma l’album si ascolta molto volentieri: mantengono ciò che hanno promesso, li aspettiamo sulla lunga distanza!

27tommy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *