Spakkomatto 2.0 – Lobotomies Ramones @ Birrificio Railroad Seregno (MB)

Spakkomatto 2.0 – Lobotomies Ramones @ Birrificio Railroad Seregno (MB)

Torna JJ27 e ci racconta una serata natalizia in birrificio: Merry christmas!
E’ un clima Natalizio quello che accoglie i ragazzi al Birrificio Railroad per un allegro e spensierato concerto pre-natalizio: in pista gli Spakkomatto 2.0, quartetto pop punk brianzolo, e dei rodati Lobotomies, gruppo cover dei Ramones.
La serata sembra promettere bene, il Birrificio non è pieno come in altre occasioni ma questo non ci preoccupa affatto ..anzi …
Si scambiano un pò di saluti con alcuni vecchi amici e poi subito mi accingo ad ascoltare gli Spakkomatti che aprono: 4 brianzoli matti che cantano punk in italiano e che sembrano essere molto carichi per la serata.
Non vi dirò che questo gruppo sia il gruppo che suona il miglior punk che abbia mai ascoltato ma devo ammettere che i ragazzi si divertono e sanno far divertire, e ogni volta che vedo qualcuno che crede nel progetto che porta avanti non posso che alzare le mani e chiudere un occhio per qualche imperfezione tecnica. PUNK in italiano nudo e crudo è merce del resto oramai rara e questi ragazzi mi piacciono perché hanno una bella influenza anni 90′ mi ricordano un po’ i suoni Pornoriviste e Derozer.
La scaletta dura circa una 50tina di minuti,  Degno di nota è il chitarrista che secondo me è davvero bravo.
Di base questo gruppo ha tutto quello che serve: melodia, ritmo e assolini cazzuti per ogni pezzo che propongono,  forse i testi e la voce sono gli aspetti che convincono meno..anzi direi che a questo gruppo servirebbe una voce solista più convincente.
Il concerto entra nel vivo e davanti qualcuno accenna anche un timido pogo che poi parte più deciso quanto il gruppo propone un madley GENIALE di alcuni pezzi storici DEROZER tratti da “Mondo perfetto” e da “Bar” , la cosa funziona alla grande e il pubblico risponde anche se la voce stecca più volte.
Dopo quanche altro pezzo non troppo convincente il gruppo chiude con cover di “Branca day” e invasione di palco ..che in realtà il birrificio Rail road non ha.
Bella performance e Spaccomatto nell’insieme promossi ma sarei curioso di rivederli a breve con un qualcosina in più.
Ecco i Lobotomies che hanno il tempo per fare un breve sound check, i ragazzi indossano parrucche alla Joey e via con una scaletta davvero paura (vedi foto allegata)!
quasi 2 ore di Ramones non si ascoltano tutti i giorni.
Ho sentito parlar molto bene di questo gruppo cover ma il loro attacco mi sembra molto incerto e poco incisivo, Ronny il batterista mi sembra molto imballato e un pò fuori tempo e anche gli altri , voce inclusa, non mi convincono molto: Non sembrano in gran forma e forse è davvero cosi..
Ad ogni modo ragazzi il gruppo è davvero rodato e vengono fuori in tutta la loro precisione e costanza nella progressione dei pezzi di questa lunghissima scaletta, davvero bella cover band che non bada alle ciance, poche le pause e pezzi finali eseguiti in maniera magistrale.
Bravo il bassista con ottimi cori, il batterista prende il tempo e non sbaglia niente ( usa bene e in abbondanza i tom come fa mr. Marky), bravo anche il cantante: non esagera a prendere le mosse di Joey e canta bene, davvero peccato invece per gli intermezzi in italiano che stonano proprio, ok che la scaletta è davvero infinita ma
ma secondo me o vai dritto senza pause.. o se proprio devi parlare fallo in stile ramones parla poco (o al massimo cazzeggia).
Su questo non ci siamo, troppo affettate le pause o comunque poco spontanee.
Verso la fine del concerto il quartetto va un pò in crisi per problemi amplificazione chitarra ma dopo breve pausa tecnica non sbagliano più niente
Gli ultimi 6/7 pezzi sono più che perfetti, direi forse una delle miglior esecuzioni per “Pet Semetery”  e alla grande anche “Surfin Bird””Cretin Hop” “Bonzo” e “Wonderful world” .
Finito il concerto dal pubblico chiedono “Poison heart” ed eccola in 2 secondi partono e ti sparano un’altra esecuzione magistrale con uno dei pezzi secondo me più belli dei Ramones scritto dal grande Dee dee, poi si chiude con “I do not wonna grow up”. Praticamente discografia completa eseguita ..o quasi.
…che dirvi, Alla mia prossima festa di onomastico comprerò della Spuma di marca e chiamerò a suonare i Lotomomies, decisamente cazzuti!
       
JJ27

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *