TERROR – TOTAL RETALIATION – Pure Noise Recorrds

TERROR – TOTAL RETALIATION – Pure Noise Recorrds

Frankie ci riporta nel mondo dell’hardcore più tirato con il nuovo album dei Terror

Tornano i custodi della fede hardcore, a distanza di un anno dall’EP The Walls Will Fall e tre dall’ ultimo full length.

È il primo album rilasciato con Pure Noise Records, etichetta che nel suo roaster ha band variegate, che vanno dall’ hardcore al pop punk. Inoltre è il primo album senza il bassista David Wood, con loro dal 2009.

L’ artwork, ancora una volta, è in bianco e nero e molto old style.

Il disco si apre con This World Never Wanted Me, una mid-tempo che riprende il tema degli emarginati dalla società, gli underdogs, già celebrati dal gruppo nel loro album più famoso.

Il ritmo accelera con Mental Demolition e si manterrà quest’alternanza tra tempo medio e veloce, come sempre nei lavori dei Terror (anche se ultimamente i cinque di Los Angeles prediligono i primi).

La title track è veloce, groovy e di durata inferiore ai 2 minuti, ma il vero inno dell’album è Spirit Of Sacrifice, in puro stile Terror.

In mezzo ai due brani c’è l’interludio rap Post Armageddon Interlude. La band non è nuova a inserire questo

tipo di cose nei loro dischi o nei live e Scott Vogel non ha mai nascosto il suo amore per l’hip-hop. Personalmente però il brano non mi fa impazzire e penso non aggiunga niente alla scorrevolezza dell’album.

Il lavoro si chiude con Resistant To The Changes, una vera e propria dichiarazione di intenti.

Infatti Total Retailation non è un album imprescindibile, non è un album di svolta, è semplicemente l’ennesima conferma che, nonostante tutto, i Terror continuano a fare hardcore e a farlo bene.

Frankie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *